Translate

sabato 19 maggio 2012

La finta illusione di una triste realtà

Questa mattina un fatto sconcertante e senza precedenti in Italia ha sconvolto la città di Brindisi e il paese intero. Tre ordigni innescati presso un'Istituto Professionale hanno spezzato per sempre la vita di una giovane ragazza e causato il ferimento di altri ragazzi.

La rabbia, lo sconcerto, il dolore, la piena solidarietà ai familiari sono state le prime istintive reazioni alla notizia.

PERCHE' colpire una scuola?
PERCHE' colpire delle giovani vite?
PERCHE' colpire con ordigni di così elevata potenza?

Parole al momento non se ne trovano, anche perché sarebbero che ulteriori inutili speculazioni che si aggiungono a quelle messe ora in atto dalle più disparate testate giornalistiche che fanno prima morire e poi resuscitare le persone senza avere un minimo decoro e rispetto per la VITA.

Di sicuro quello che è successo ci porta indietro di vent'anni, quando proprio il 23 maggio 1992 il giudice Falcone, la moglie (a cui tra l'altro è intitolata la scuola luogo oggi della strage) e gli uomini della scorta persero la vita in un vile attentato mafioso. I paragoni sono futili in questo momento, anche se è vero che un'illusione ormai si era inconsapevolmente annidata in ognuno di noi, e cioè che una strage di siffatta e inaudita violenza non si ripetesse mai più.

Il rispetto e la solidarietà ai familiari coinvolti ci accomuni in questo momento....La denuncia continua contro qualsiasi attività criminale si innesti in ognuno di noi più di ogni altra cosa.

Urbex in Festa

Il 26 e il 27 maggio si svolgerà presso il Centro Culturale Elsa Morante in Roma la III edizione della Festa della Cultura, promossa dalla Consulta della Cultura Municipio Roma XII EUR. La festa sarà un luogo di incontro tra le istituzioni, le scuole e le associazioni culturali del territorio e i cittadini del municipio.

Nelle due giornate il programma culturale - artistico della Festa prevede diversi eventi, dibattiti pubblici, mostre, spettacoli teatrali, concerti musicali, laboratori per bambini, nel cui tema "Cultura è..." trovano casa le idee delle associazioni che vi partecipano.

Il Gruppo Giovani parteciperà attivamente all'evento con un apposito stand nel foyer del teatro dove verrà allestita una raccolta fotografica su alcuni luoghi abbandonati della città di Roma tra i quali il LunEur e il Fosso della Cecchignola. La mostra si inserisce nel movimento "Urban Exploration" che pone come obiettivo “una diversa e alternativa frequentazione di luoghi urbani e industriali” (The Art of Urban Exploration - Ninjalicious - 2004). Nello stesso stand verrà distribuito del materiale informativo relativo alle attività del Gruppo Giovani nel territorio.

Per maggiori informazioni cliccate qui.

Bella....

lunedì 14 maggio 2012

Pillole...

Per chi non avesse potuto partecipare all'incontro di venerdì scorso con gli autori del libro "Le mani sulla città", su youtube potete trovare alcuni video relativi alla serata.










sabato 12 maggio 2012

Buona la prima!

Ieri sera si è svolto l'incontro con gli autori del libro "Le mani sulla città" Paolo Berdini e Daniele Nalbone, promosso dal nostro gruppo nell'ambito dell'annuale Festa della Primavera della Vigna, presso la Sala Giovanni Paolo II, Chiesa Santa Giovanna Antida.

Davanti ad un nutrito numero di residenti del quartiere, esponenti delle associazioni e comitati locali e dei movimenti politici romani '5 Stelle' e 'Sinistra Ecologia Libertà', gli autori hanno ripercorso le tappe dell'urbanizzazione della città di Roma negli ultimi anni.

E' stato un viaggio nella Roma che è stata e in quella che sarà, con un unico filo conduttore che ha unito le amministrazioni susseguitesi negli anni: "delegare all'iniziativa privata lo sviluppo urbano della città", anteponendo quindi l’interesse privato-pubblico "economico-produttivo" all’interesse prettamente pubblico "abitativo-paesaggistico" tutelato peraltro dall'articolo 9 della Costituzione Italiana.

I moderatori dell'incontro, Luca Verducci e Luigi Presti del Gruppo Giovani, coaudiovati anche dalla platea incuriosita dai temi trattati nel libro, hanno intrattenuto con gli autori tutta una serie di approfondimenti e ragguagli circa le attuali speculazioni: dal quartiere Eur, all'Aeroporto di Fiumicino, passando per il Porto di Ostia, fino ai Grandi Eventi legati alla Formula Uno e agli Europei di Nuoto.

Nell'incontro sono emersi anche alcuni sparuti segnali positivi che allontanano per il momento il punto nefasto di non ritorno e lasciano quindi aperta una nuova strada di cambiamento per il futuro: "...se si guarda ai movimenti profondi della società qualche segnale di novità si coglie. Novità che nascono dalla constatazione che il mondo della cultura e dell'ambientalismo ha ormai svelato tutti i meccanismi della cancellazione delle regole urbanistiche e il legame profondo che esiste tra la monocultura del cemento e il futuro dell'Italia." (dal libro Le mani sulla città).

Dal dibattito infine si è rafforzata la convinzione che lo sviluppo della città debba seguire nuove idee e nuovi modelli. La città deve quindi tornare ad essere il Bene Comune secondo una prospettiva di vivibilità in cui l'espansione urbana non sia la priorità da perseguire. Il recupero e la riqualificazione dei centri urbani, in passato vanto ed eccellenza della nostra cultura, deve tornare ad imporsi soprattutto nei bisogni e nelle priorità dei cittadini.



"Per" le comunità è l'urbanistica dei poteri forti, inclusi gli enti pubblici, che pianificano in nome dell'interesse pubblico e dei cittadini ma non sempre tengono conto realmente delle loro esigenze e delle loro opinioni. "Con" le comunità è l'urbanistica che nasce nelle comunità, tra i cittadini che vogliono partecipare alle decisioni che riguardano il proprio quartiere e la propria città.
(Eva Hanhardt - da una tesi di Lorenzo Venturini - www.eddyburg.it)
Lo stare "Con" le comunità non è nè un augurio, nè una speranza, ma sarà il fondamento a tutte le attività nelle quali il Gruppo Giovani parteciperà, con tutti i cittadini e le associazioni che in maniera trasparente e collaborativa lavoreranno per la salvaguardia del quartiere e della città.


Gruppo Giovani Fonte Meravigliosa e Prato Smeraldo.

@youtube - Le mani sulla città (Berdini, Nalbone) - Gruppo Giovani FP

martedì 8 maggio 2012

Salviamo la Valle della Cecchignola

Nonostante il passo avanti fatto rispetto alla tangenziale a quattro corsie, il nuovo progetto per il prolungamento di via Kobler è chiaramente una toppa fasulla. Nonostante le richieste di cittadini e comitati di mettere in rete le periferie attraverso l'impiego di mezzi pubblici su ferro o gomma, si continua a progettare la città in modo sbagliato, incentivando le persone a prendere le macchine piuttosto che lasciarle a casa. Una strada che arriverà su un imbuto e che verrà utilizzata non solo come punto di sbocco per i cittadini di Cecchignola Sud, ma anche da tutti quelli che si trovano a percorrere via della Cecchignola e dovranno raggiungere la Metro Laurentina



video

martedì 1 maggio 2012

La gente ha il potere ...

Ero immersa nei miei sogni
di una apparenza brillante e corretta
e il mio sonno è stato interrotto
ma il mio sogno rimaneva chiaro
sotto forma di vallate luminose
dove si sente l'aria limpida
ed i miei sensi si riaprono
Mi svegliai al grido
che la gente ha il potere
di redimere l'opera dei pazzi
fino alla mitezza, alla pioggia della grazia
è stabilito, è la gente che guida

La gente ha il potere
La gente ha il potere
La gente ha il potere
La gente ha il potere

Gli atteggiamenti vendicativi diventano sospetti
e rannicchiarsi come per ascoltare
e gli eserciti smisero di avanzare
perché la gente fu ascoltata
e i custodi e i soldati
giacciono sotto le stelle
scambiando ideali
e abbassando le braccia
per disperdere / nella polvere
per diventare / come vallate splendenti
dove l'aria pura / si percepisce
e i miei sensi / (sono) di nuovo aperti (al mondo)
Mi sono svegliata piangendo

Dove c'erano deserti
ho visto fontane
l'acqua sgorgava come crema
e noi andavamo a spasso là assieme
e non c'era nulla di cui ridere o da criticare
e il leopardo
e l'agnello
dormivano assieme realmente abbracciati
io speravo nella mia speranza
di riuscire a ricordare quello che avevo trovato
io sognavo nei miei sogni
Dio sa cosa / una visione ancora più pura
fino a che non ho ceduto al sonno
Affido il mio sogno a te

Il potere di sognare / di dettare le regole
di lottare per cacciare dal mondo i folli
è promulgata la legge della gente
è promulgata la legge della gente

Ascolta:
Io credo che tutto quello che sogniamo
può arrivare per farci arrivare alla nostra unione
noi possiamo rivoltare il mondo
noi possiamo dare il via alla rivoluzione sulla terra
noi abbiamo il potere
La gente ha il potere ...


"Patti Smith e Fred Smith"
(da http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=413&lang=it)



lunedì 30 aprile 2012

Non tacere

Lo scollamento tra cittadini e politica era già evidente prima che i grandi mass media alzassero i vari polveroni, da Ruby alla Lega, dalle autoblu ai favori per i posti di lavoro. Sono solo elementi della punta dell'iceberg che si presenta molto complessa. Questi sono solo alcuni racconti presentati da giornali e televisioni, ma i grandi accordi restano sommersi.

La situazione del quadrante Roma sud è paragonabile a quella di altre aree della periferia romana. Un Municipio sempre più schiavo del partito del cemento, che sembra vivere su un altro pianeta rispetto alle richieste della cittadinanza. Lo scollamento di cui sopra viene allora sfruttato per portare avanti i proprio giochi.
Per questo noi che viviamo le nostre strade e piazze, dobbiamo essere sempre di più compatti ed aiutarsi a vicenda, fare rete e non isolarsi nel proprio guscio di cemento. Come stiamo vedendo sul nostro territorio le istituzioni tendono a separarci, optando per decisioni quantomeno dubbie, cercando sempre lo spazio giusto per costruire il prossimo centro commerciale. Questo per distogliere l'attenzione da problematiche reali: viabilità, accordi illeciti per il consumo di territorio, grandi infrastrutture-inutili (solo per citarne 3).

Vogliono chiaramente l'isolamento delle persone, portandole se possibile allo scollamento e a scontri su questioni che non esistono. E' importante a nostro avviso una partecipazione di tutte le associazioni del territorio, per la salvaguardia di questo bene comune e per la vivibilità di questa città.
Andate in giro fotografate e documentate...